Il primo corso lanciato su WMAcademy è stato quello relativo a Mailchimp, anche se non nella veste attuale che ha già subito quattro revisioni dal suo lancio ma in una versione molto più simile all'ebook creato nel 2014 che oggi è anche cartaceo: "Crea Newsletter con Mailchimp".

Come è nato il libro nel 2014 purtroppo non ricordo, certo è che il video caricato sul mio canale YouTube il 27 luglio 2016 è a testimonianza della nascita della primissima lezione che ho rilasciato del corso su Mailchimp e dell'interesse generato.

"MailChimp primi passi per creare una campagna standard - procedura" con 6.633 visualizzazioni e 30 commenti detiene il primato di view sul mio profilo di YouTube.

Ammetto che quando lanciai il corso che allora si chiamava "Ottieni profitto con Mailchimp" non seguii sistemi di validazione della mia idea e che la sua nascita fu abbastanza spontanea e intuitiva.


Perché ho lanciato un corso su Mailchimp (il mio primo corso)

Il mio obiettivo principale attraverso le video lezioni era rendere autonomi blogger, professionisti e agenzie nell’uso della piattaforma, accorgendomi in prima persona quanto il canale email fosse ed è essenziale per creare una relazione con il proprio pubblico di riferimento.

A distanza di anni oggi ho una certificazione in email marketing e ho pubblicato il libro “Email Marketing Automation” per Flaccovio Editore.

Soprattutto però, compresi sulla mia pelle l’importanza di avere a disposizione un servizio performante e gratuito come Mailchimp per ottenere risultati con il proprio marketing, in particolare per piccoli brand che non dispongono di grandi budget.


Processo di validazione di un’idea per un corso o un libro

Quando si lancia un progetto o un nuovo prodotto, non si dovrebbero prendere decisioni istintive ma sarebbe bene procedere con un'accurata analisi del mercato soprattutto per comprendere se alla nostra offerta corrisponde un'effettiva domanda del mercato.
Ne parlo meglio nella guida WMAcademy “Vendere Online”.

Nel caso di un nuovo corso, libro, podcast o altro, attraverso gli strumenti che ci mette a disposizione il canale digitale possiamo raccogliere molte informazioni prima di avventurarci in un progetto che potrebbe rivelarsi un insuccesso.

Ad esempio, le community sono luoghi in cui le persone parlano, si confrontano e scambiano dubbi e pareri in modo spontaneo e senza condizionamenti. Possono essere i forum che, però, da qualche anno hanno perso appeal o i gruppi tematici sui social come Facebook ma anche LinkedIn. Un'altra piattaforma potrebbe essere Quora e altre.

Tramite queste piattaforme possiamo scoprire “cosa cercano le persone”, quali sono le loro domande e dubbi ricorrenti, quali i temi e quale terminologia/keyword utilizzano nella ricerca di soluzioni.

Un altro modo per validare un’idea è verificare se ci sono testi che ne parlano. Questo controllo è alla portata di tutti dal momento che usiamo con regolarità Amazon per cercare articoli e leggere le recensioni per capire se gli stessi hanno riscosso successo o meno.

Basterà inserire nella barra di ricerca il tema che si intende trattare con il proprio corso e controllarne i risultati.

Avere concorrenti può creare qualche preoccupazione, in realtà se sul mercato è già presente quel tipo di risposta significa che esiste la domanda. Mentre, se non ci sono competitor probabilmente vuol dire che quel tipo di progetto non riscuote abbastanza interesse.

Un altro metodo è condurre un sondaggio. Soprattutto in presenza di una community e/o una lista di contatti si può sottoporre una survey per scoprire quale tematica viene preferita.


Ho scritto che non ho proceduto alla validazione della mia idea perché la conferma di interesse sull'argomento "Mailchimp, email, automation e trick avanzati", l'attuale corso più completo e aggiornato su WMAcademy, l'avevo ricavata non solo dalle visualizzazioni del video su YouTube ma anche dalle richieste di consulenza e formazione che ricevevo e ancora ricevo numerose dal gruppo Facebook.

Ebbene sì, solo dopo il lancio ho collegato la community già esistente al corso. Di fatto, già da tempo fornivo supporto a chiunque avesse problemi o dubbi con Mailchimp tramite Facebook e il mio sito maura.it.

A distanza di quattro anni, il corso su Mailchimp è ancora il più acquistato su WMAcademy anche se non ho avuto la necessità, prima di realizzarlo, di testarne la validità per i motivi che ho già esposto.


Hai un’idea di progetto che vuoi lanciare ma non sai se avrà successo? Se hai qualche dubbio, condividilo nei commenti!